martedì 15 dicembre 2015

MS Word Quick Tip: Nascondere parti di testo

MS Word consente di nascondere parti di testo all'interno del documento permettendoci di stampare solo il testo visibile. All'interno del documento selezionare il testo che si intende nascondere e premere la combinazione di tasti CTRL+D. Nella finestra che appare selezionare la casella Nascosto e confermare cliccando su OK
A questo punto il testo selezionato non sarà più visibile. Per far riapparire il testo nascosto basta premere la combinazione CTRL+SHIFT+8.


MS Word: nascondere il testo selezionato
FIG 1 - MS Word: nascondere il testo selezionato

giovedì 10 dicembre 2015

Windows 10: Modificare la gestione della stampante predefinita tramite chiavi di registro

Agendo tramite il registro di sistema possiamo indicare a Windows 10 di gestire autonomamente la stampante predefinita. In pratica possiamo indicare al Sistema Operativo di settare, come stampante predefinita, sempre l'ultima stampante utilizzata. 
Per fare questo è necessario agire tramite il registro di sistema:
  • Avviare l'editor del registro di sistema (WIN+R e digitare regedit seguito da invio)
  • Posizionarsi su
    HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Windows
  • Creare, se non presente, un nuovo valore DWORD e nominarlo in LegacyDefaultPrinterMode
  • Valorizzare LegacyDefaultPrinterMode0 per indicare a Windows 10 di impostare come stampante predefinita sempre l'ultima stampante utilizzata. Impostando il valore ad 1 si disabilita tale opzione.

Dal seguente link è possibile scaricare i file .reg che abilitano/disabilitano la gestione automatica della stampante predefinita da parte di Windows 10
DOWNLOAD

mercoledì 9 dicembre 2015

Windows 10: Disabilitare l'ID annunci per annunci personalizzati

In Windows 10 è presente l'opzione ID annunci che permette a Microsoft di visualizzare, all'interno delle App, annunci personalizzati in base agli interessi dell'utente.
L'ID annunci non può essere disabilitato ma è possibile impedire alle App di accedere ai dati raccolti:
  • Cliccare sull'icona Start quindi selezionare Impostazioni->Privacy->Generale
  • Disattivare l'opzione Consenti alle app di usare il mio ID annunci per le esperienze tra app (se si disattiva questa opzione l'ID verrà reimpostato)
Windows 10 - Cambia le opzioni di privacy - ID Annunci
FIG 1 - Windows 10 - Cambia le opzioni di privacy - ID Annunci

Windows 10: Disabilitare la raccolta informazioni da parte di Cortana

Quando si utilizza Cortana, Microsoft raccoglie e usa diverse informazioni come la posizione attuale e la cronologia delle posizioni del dispositivo, i contatti, l'input vocale, la cronologia delle ricerche, la scrittura a mano, il calendario, il contenuto e la cronologia dei messaggi, delle App e altre informazioni del dispositivo.
I dati raccolti vengono archiviati sia sul dispositivo sia su Cloud.
E' possibile disabilitare la raccolta delle informazioni e cancellare i dati raccolti agendo tramite le impostazioni di Windows 10.

Per cancellare i dati archiviati sul dispositivo
  • Cliccare sull'icona Start quindi selezionare Impostazioni->Privacy->Riconoscimento vocale, input penna e digitazione 
  • Selezionare Interrompi info su di me
A questo punto la raccolta dei dati da parte dei servizi di riconoscimento vocale, input penna e digitazione verrà interrotta e i dati raccolti cancellati


Per cancellare i dati archiviati nel Cloud
  • Cliccare sull'icona Start quindi selezionare Impostazioni->Privacy->Riconoscimento vocale, input penna e digitazione 
  • Seleziona il link Passa a Bing e gestisci le info personali per tutti i tuoi dispositivi.
  • Seguire le istruzioni presenti sulla pagina per eliminare le informazioni memorizzata sul Cloud. Eliminando tali informazioni queste non saranno disponibili nemmeno su tutti gli altri dispositivi collegati allo stesso account.

Windows 10, Privacy - Riconoscimento vocale, input penna e digitazione
FIG 1 - Windows 10, Privacy - Riconoscimento vocale, input penna e digitazione



lunedì 7 dicembre 2015

Outlook: Risolvere problemi con la stampa

Può capitare che tentando di stampare qualsiasi email da Outlook questo vada in crash oppure stampi in orizzontale pur settando, nelle impostazioni di stampa, l'orientamento in verticale (o viceversa).
Se il problema si verifica solo con un'email potrebbe essere causato dal contenuto della stessa mentre se capita con tutti i messaggi allora è possibile che il file OutlPrnt, utilizzato da Outlook per gli stili di stampa, sia danneggiato. 
In questi casi è sufficiente rinominare (o eliminare) tale file.

In Windows Vista, Windows 7, Windows 8 e Windows 10 il file si trova nel seguente percorso
C:\Users\%username%\AppData\Roaming\Microsoft\Outlook\

In Windows XP, invece, il file si trova in
C:\Documents and Settings\%username%\Application Data\Microsoft\Outlook\

mercoledì 2 dicembre 2015

Windows Quick Tip: Raccolta comandi Shell

Nell'articolo Windows Quick Tip: Creare un collegamento alla finestra Esegui ho mostrato come creare un collegamento alla finestra Esegui utilizzando un comando shell. Di seguito una raccolta di comandi shell utilizzabili in Windows 10.


Tabella Comandi Shell:
Funzione Comando Shell
Centro Connessioni di rete e condivisione shell:::{8E908FC9-BECC-40f6-915B-F4CA0E70D03D}
Crittografia unità Bitlocker shell:::{D9EF8727-CAC2-4e60-809E-86F80A666C91}
Cronologia file shell:::{F6B6E965-E9B2-444B-9286-10C9152EDBC5}
Dispositivi e Stampanti shell:::{A8A91A66-3A7D-4424-8D24-04E180695C7A}
Documenti shell:::{450D8FBA-AD25-11D0-98A8-0800361B1103}
Elementi del Pannello di Controllo shell:::{21EC2020-3AEA-1069-A2DD-08002B30309D}
Esegui shell:::{2559a1f3-21d7-11d4-bdaf-00c04f60b9f0}
Gestione Credenziali shell:::{1206F5F1-0569-412C-8FEC-3204630DFB70}
Opzioni Esplora file shell:::{6DFD7C5C-2451-11d3-A299-00C04F8EF6AF}
Opzioni risparmio energia shell:::{025A5937-A6BE-4686-A844-36FE4BEC8B6D}
Preferiti shell:::{323CA680-C24D-4099-B94D-446DD2D7249E}
Programmi predefiniti shell:::{17cd9488-1228-4b2f-88ce-4298e93e0966}
Questo PC shell:::{20D04FE0-3AEA-1069-A2D8-08002B30309D}
Schermo shell:::{C555438B-3C23-4769-A71F-B6D3D9B6053A}
Sistema shell:::{BB06C0E4-D293-4f75-8A90-CB05B6477EEE}
Strumenti di Amministrazione shell:::{D20EA4E1-3957-11d2-A40B-0C5020524153}
Windows FireWall shell:::{4026492F-2F69-46B8-B9BF-5654FC07E423}

martedì 17 novembre 2015

Windows Quick Tip: Creare un collegamento alla finestra Esegui

La finestra Esegui può essere richiamata tramite la combinazione di tasti WIN+R e consente di digitare/eseguire comandi e applicazioni. 
Se si vuole avviare la finestra Esegui tramite un doppio click del mouse è possibile creare un collegamento alla finestra utilizzando la seguente stringa 
explorer.exe shell:::{2559a1f3-21d7-11d4-bdaf-00c04f60b9f0}


Collegamento alla finestra Esegui
FIG 1 - Collegamento alla finestra Esegui

domenica 15 novembre 2015

Windows Quick Tip: Attivare il blocco numerico prima del logon al Sistema Operativo

Per fare in modo che il blocco numerico sia attivo prima di effettuare il logon al sistema possiamo fare una piccola modifica al registro di sistema:
  • Avviare l'editor del registro di sistema (WIN+R e digitare regedit seguito da invio);
  • Posizionarsi su HKEY_USERS/.DEFAULT/Control Panel/Keyboard
  • Modificare il valore stringa InitialKeyboardIndicators da 2147483648 (valore di default) a 2147483650

La modifica sarà effettiva al successivo riavvio del sistema.

Di seguito è possibile scaricare i file .reg per abilitare il Blocco numerico e per ripristinare i valori di default
DOWNLOAD

lunedì 9 novembre 2015

Windows Quick Tip: recuperare i numeri di serie e licenze dei software installati tramite recALL

Quando dobbiamo reinstallare un PC o installare tutte le nostre applicazioni su un nuovo hardware, abbiamo la necessità di recuperare tutti i numeri seriali e le licenze dei software in nostro possesso. Spesso non abbiamo tutto sottomano e la maggior parte dei tool di terze parti, utilizzati per reperire numeri di serie e licenze dei software installati, sono generalmente limitati ad un numero ristretto di applicazioni (come ad es. il tool di NirSoft ProductKey limitato al sistema operativo e applicazioni Microsoft).
Un tool che in questi casi può fare al caso nostro è RecAll. Questo tool ha il vantaggio di supportare numerose applicazioni ed esiste anche in versione portable che ci consente di utilizzarlo sulla workstation senza dover procedere all'installazione. Può essere scaricato da http://keit.co/p/recall/
RecALL risulta molto semplice da utilizzare e una procedura guidata consente anche all'utente meno esperto di raggiungere il proprio scopo.
Il primo passo da fare consiste nel selezionare la modalità di funzionamento: automatico, manuale oppure simulazione server (modalità utile per recuperare le credenziali di accesso a sever WEB e FTP).
recALL: modalità di funzionamento
FIG 1 - recALL: modalità di funzionamento

Successivamente viene eseguita l'analisi delle informazioni presenti su disco per l'estrazione dei numeri seriali e licenze. Tale operazione può richiedere anche molto tempo. 


recALL: scansione numeri seriali
FIG 2 - recALL: scansione numeri seriali

Al termine recAll permette di salvare i dati in vari formati (CSV, HTML, XML)
recALL: salvataggio dati
FIG 3 - recALL: salvataggio dati




martedì 20 ottobre 2015

Apple: Attivare "Ehi Siri" in iOS9

In iOS9 è prevista una funzione di attivazione remota dell'assistente Siri. Tale funzione non è attiva di default ma va attivata manualmente e consente di attivare Siri semplicemente pronunciando la frase "Ehi, Siri":
  • Aprire le Impostazioni 
  • Cliccare sulla sezione Generale e quindi su Siri per visualizzare la pagina di configurazione dell'assistente vocale;
  • Attivare l'opzione Consenti "Ehi Siri"
Siri rimarrà in ascolto solo se il dispositivo è collegato all'alimentazione per evitare di influire sulla durata della batteria. Tuttavia, anche con questa limitazione, tale funzione può essere utile quando ci si trova alla guida e con il telefono connesso al caricabatteria.

venerdì 16 ottobre 2015

Windows Quick Tip: Aggiungere il comando Esegui al menu start di Windows 7/Vista tramite registro

Sia in Windows Vista che in Windows 7, il comando Esegui non è più presente nel menu Start. I passaggi da seguire per visualizzare nuovamente il comando Esegui nel menu Start agendo tramite il registro di sistema sono:
  • Avviare l'editor del registro di sistema (WIN+R e digitare regedit seguito da invio)
  • Posizionarsi su HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer\Advanced
  • Creare, se non presente, un nuovo valore DWORD e nominarlo in Start_ShowRun
  • Valorizzare Start_ShowRun ad 1 (in base esadecimale) per abilitare il comando Esegui all'interno del menu Start a 0 per disabilitarlo

Al fine di rendere effettive le modifiche è necessario riavviare il processo explorer oppure disconnettersi/riconnettersi da Windows.

Dal link seguente è possibile scaricare i file .reg per abilitare/disabilitare il comando esegui nel menu Start
DOWNLOAD

martedì 13 ottobre 2015

Windows Quick Tip: Personalizzare la velocità dei tasti Rewind e Forward di Windows Media Center

Come per tutti i player anche con Windows Media Center è possibile andare avanti o indietro nella riproduzione agendo tramite gli appositi tasti. In Windows Media Player il tasto Forward avanza nella riproduzione di 29 secondi mentre il tasto Rewind torna indietro di 7 secondi. Tali valori sono modificabili agendo tramite il registro di sistema.

Per modificare il tasto Forward
  • Avviare l'editor del registro di sistema (WIN+R e digitare regedit seguito da invio)
  • Posizionarsi su
    HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Media Center\Settings\VideoSettings
  • Modificare il valore di SkipAheadInterval in base alle proprie necessità. Il valore di default, in base Decimale, è 29000 e rappresenta il numero di millisecondi (1 secondo = 1000 millisecondi).

Per modificare il tasto Rewind
  • Come indicato per il tasto Forward, avviare l'editor del registro di sistema e posizionarsi su
    HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Media Center\Settings\VideoSettings
  • Modificare il valore DWORD di InstantReplayInterval. Il valore di default in base decimale è 7000

Per rendere effettive le modifiche è necessario riavviare il PC.

Windows Quick Tip: Inserire commenti all'interno di un file .reg

I file .reg (Registration Entries) vengono spesso utilizzati per importare/esportare chiavi e valori del registro di sistema. É possibile inserire dei commenti all'interno di tali file inserendo un ; all'inizio della riga contenente il commento.
Commento all'interno del file .reg
FIG 1 - Commento all'interno del file .reg

venerdì 25 settembre 2015

Windows Quick Tip: Disabilitare tutti i beep del sistema tramite registro

Per disabilitare tutti i beep emessi dal sistema tramite registro, attenersi alla seguente procedura:
  • Avviare l'editor del registro di sistema (WIN+R e digitare regedit seguito da invio)
  • Posizionarsi su 
    HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\Sound
  • Assegnare a Beep il valore No
Per riabilitare i beep di sistema basta riassegnare a Beep il valore yes.
Dal seguente link è possibile scaricare i file .reg per abilitare/disabilitare i beep di sistema
DOWNLOAD


Disabilitare i Beep di sistema
FIG 1 - Disabilitare i Beep di sistema

Windows Quick Tip: Disabilitare i suggerimenti nei fumetti dall'area di notifica

Per disabilitare i suggerimenti nei fumetti dall'area di notifica è possibile attenersi alla seguente procedura:
  • Avviare l'editor del registro di sistema (WIN+R e digitare regedit seguito da invio);
  • All'interno del registro posizionarsi su
    HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer\Advanced
  • Creare un nuovo valore DWORD con i seguenti valori
    Nome:EnableBalloonTips
    Valore:0
Per riabilitare i suggerimenti basta eliminare il valore EnableBalloonTips. Di seguito è possibile scaricare i file .reg per abilitare/disabilitare i suggerimenti nei fumetti.
DOWNLOAD


EnableBalloonTips
FIG 1 - EnableBalloonTips

giovedì 24 settembre 2015

Windows 10: Mappe offline

In Windows 10 l'App Mappe consente di scaricare le cartine geografiche in modo da renderne possibile la consultazione anche quando non è disponibile una connessione ad internet.
  • Avviare l'App Mappe e cliccare sull'icona Impostazioni;
  • All'interno delle Impostazioni cliccare su Scarica o aggiorna mappe
Impostazioni Mappe
FIG 1 - Impostazioni Mappe
  • Nella nuova finestra cliccare su Scarica mappe e selezionare il Continente/Paese/Regione di cui si vuole scaricare la mappa offline 
Scarica mappe
FIG 2 - Scarica mappe

mercoledì 23 settembre 2015

Windows 10: Aggiornamenti tramite P2P

In Windows 10 c'è la possibilità di abilitare il download degli aggiornamenti da più fonti: dai server Microsoft, da altri computer all'interno della propria LAN o in Internet. Tale possibilità permette di scaricare gli aggiornamenti anche nel caso in cui i server Microsoft siano intasati o momentaneamente non raggiungibili.

Per abilitare il download degli aggiornamenti anche da altre fonti:
  • Cliccare su Start e quindi su Impostazioni;
  • Cliccare su Aggiornamento e sicurezza;
  • Selezionare Windows Update e cliccare su Opzioni avanzate

    Windows 10: Windows Update
    FIG 1 - Windows 10: Windows Update
  • Cliccare su Scegli come recapitare gli aggiornamenti;
    Windows 10: Windows Update opzioni avanzate
    FIG 2 - Windows 10: Windows Update opzioni avanzate
  • Assicurarsi che l'aggiornamento da più posizioni sia attivato. É possibile specificare se far scaricare gli aggiornamenti solo da PC presenti nella rete locale oppure anche dai PC in Internet.
    Windows 10: Aggiornamenti tramite P2P
    FIG 3 - Windows 10: Aggiornamenti tramite P2P



martedì 22 settembre 2015

Windows 10: Abilitare/Disabilitare il copia e incolla nel prompt dei comandi tramite CTRL+C e CTRL+V

In Windows 10, a differenza delle versioni precedenti del sistema operativo, è possibile utilizzare la combinazione di tasti CTRL+C e CTRL+V all'interno del prompt dei comandi per copiare e incollare il testo. Di default tale opzione è abilitata. Per disabilitarla cliccare con il tasto destro del mouse sulla barra del titolo della finestra Prompt dei comandi, selezionare Proprietà dal menu contestuale e togliere il segno di spunta all'opzione  Abilita combinazioni di tasti con CTRL.


Proprietà della finestra Prompt dei comandi
FIG 1 - Proprietà della finestra Prompt dei comandi



Disabilitare CTRL+C e CTRL+V all'interno del Prompt dei comandi
FIG 2 -Disabilitare CTRL+C e CTRL+V all'interno del Prompt dei comandi


Per riabilitare il copia/incolla tramite CTRL+C e CTRL+B basta rimettere la spunta alla relativa opzione.

mercoledì 16 settembre 2015

Windows Quick Tip: Disabilitare l'aggiornamento a Windows 10

Microsoft ha iniziato ad inviare le immagini del suo nuovo sistema operativo anche ai PC in cui il proprietario non ha dato il consenso. A insaputa degli utenti viene creata una cartella nascosta sul disco (visibile solo se abilita la visualizzazione dei file e delle cartelle nascoste) nominata $Windows.~BT  che andrà a contenere i file del nuovo sistema operativo. 
La dimensione della cartella varia a seconda del sistema operativo e dovrebbe aggirarsi intorno ai 4GB (anche se alcuni utenti hanno verificato una dimensione di oltre 6GB). Lo spazio occupato su disco è forse il male minore: chi ha una connessione ad Internet lenta potrebbe ritrovarsi impossibilitato a navigare fino al termine del download e rappresenta un problema ancora più grande per chi utilizza un piano tariffario con Internet a consumo o con un tetto massimo di traffico incluso. 

In questo articolo verrà indicato come impedire che vengano scaricati automaticamente i file di aggiornamento a Windows 10 sia agendo tramite registro di sistema sia tramite group policy.

Disabilitare l'aggiornamento a windows 10 tramite registro
  • Accedere al registro di sistema (WIN+R e digitare regedit seguito da invio)
  • Posizionarsi su
    HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Policies\Microsoft\Windows\WindowsUpdate
  • Se non presente creare un valore DWORD nominarlo DisableOSUpgrade e valorizzarlo ad 1
  • Per disabilitare anche l'icona nella barra di  notifica posizionarsi su
    HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\WindowsUpdate\OSUpgrade
  • Creare un valore DWORD rinominarlo in ReservationsAllowed e valorizzarlo a 0
Per chi volesse procedere senza mettere mano al registro, può scaricare i file .reg per abilitare/disabilitare l'update e l'icona di notifica dal seguente link
DOWNLOAD


Disabilitare l'aggiornamento a Windows 10 tramite Group Policy
Prima di poter disabilitare l'aggiornamento a Windows 10 tramite Group Policy è necessario scaricare e installare i seguenti aggiornamenti a seconda della versione del proprio sistema operativo
3065987 Windows Update Client for Windows 7 and Windows Server 2008 R2: Luglio 2015
3065988 Windows Update Client for Windows 8.1 and Windows Server 2012 R2: Luglio 2015

  • Avviare l'Editor criteri di gruppo locali (WIN+R e digitare gpedit.msc seguito da invio);
  • Posizionarsi su Configurazione computer -> Modelli amministrativi -> Componenti di Windows -> Windows Update 
  • Attivare la  policy Turn off the upgrade to the latest version of Windows through Windows Update
Policy: Turn off the upgrade to the latest version of Windows through Windows Update
FIG 1 - Policy: Turn off the upgrade to the latest version of Windows through Windows Update



Office Quick Tip: Estendere la selezione fino all'ultima cella non vuota in MS Excel

In MS Excel se, selezionando una cella, vogliamo estendere la selezione fino all'ultima cella non vuota possiamo utilizzare la combinazione di tasti
CTRL + SHIFT + <tasti freccia>

A seconda di quale tasto freccia viene premuto la selezione verrà estesa verso sinistra, verso destra, verso l'alto o verso il basso fino all'ultima cella non vuota.

Estendere la selezione fino all'ultima cella non vuota
FIG 1 - Estendere la selezione fino all'ultima cella non vuota

martedì 15 settembre 2015

Windows 10: Disabilitare il Windows Store tramite registro

Per disabilitare il Windows Store sulle workstation è possibile agire tramite il registro di sistema:
  • Accedere al registro di sistema (WIN+R digitare regedit seguito da invio)
  • Posizionarsi su 
    HKEY_CURRENT_USER\SOFTWARE\Policies\Microsoft\WindowsStore
    (se la chiave WindowsStore non esiste crearla manualmente)
  • Creare un nuovo valore DWORD, nominarlo RemoveWindowsStore e settarlo ad 1
Affinchè le modifiche diventino effettive è necessario disconnettersi e riconnettersi a Windows.
Dal link qui di seguito è possibile scaricare i file .reg per abilitare/disabilitare Windows Store
Download

A questo punto tentando di accedere allo Store si riceverà il seguente messaggio


Windows 10 - Store bloccato
FIG 1 - Windows 10 - Store bloccato

Facebook: Proteggere il proprio profilo

Se si ha il sospetto che qualcuno abbia ottenuto l'accesso non autorizzato al proprio profilo Facebook è possibile verificarlo e mettere in sicurezza il profilo tramite il link: https://facebook.com/hacked
Una volta eseguito l'accesso verrà chiesto di cambiare password e sarà avviato un processo composto da diversi passaggi per mettere in sicurezza il proprio account Facebook.

lunedì 14 settembre 2015

Windows Quick Tip: Visualizzare prima la lettera e poi il nome del disco in Esplora risorse

Come impostazione predefinita in Esplora risorse di Windows viene visualizzato prima il nome del disco fisso/partizione e successivamente la lettera associata. Se si intende modificare tale impostazione è necessario agire tramite il registro di sistema:
  • Avviare il registro di sistema (WIN+R e digitare regedit seguito da invio)
  • Posizionarsi su
    HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer
  • Creare un nuovo valore DWORD e assegnargli il nome ShowDriveLettersFirst
  • Assegnare il valore 4
Affinchè le modifiche diventino effettive è necessario stoppare e riavviare il processo explorer.exe oppure riavviare il sistema.


ShowDriveLettersFirst
FIG 1 - ShowDriveLettersFirst
Dal seguente link è possibile scaricare i file .reg per abilitare/disabilitare ShowDriveLettersFirst 
DOWNLOAD





Office Quick Tip: Scrivere velocemente i caratteri ©, ®, ™ all'interno delle applicazioni Office

In Office per scrivere velocemente i caratteri ©, ®,  possiamo utilizzare le seguenti combinazioni di tasti:
© = CTRL+ALT+C
® = CTRL+ALT+R
 = CTRL+ALT+T


Scrivere i caratteri ©, ®, ™
FIG 1 - Scrivere i caratteri ©, ®, ™

venerdì 11 settembre 2015

Windows Quick Tip: Disabilitare la telemetria

In Windows 10  sono integrate funzioni che possono essere viste come lesive della privacy degli utenti. Una di queste  è la "Telemetria": il sistema operativo invia dati cifrati e non visibili dall'utente a Microsoft. I dati vengono inviati ai seguenti host:
vortex-win.data.microsoft.com
settings-win.data.microsoft.com

Putroppo tale funzione è stata introdotta di recente anche in Windows 7,  Windows 8 e Windows Server con gli aggiornamenti KB3075249, KB3080149 e KB3068708 distribuiti tramite WSUS.

Inutile agire sul file HOSTS, si può pensare di bloccare la comunicazione tramite un firewall perimetrale oppure utilizzando un firewall installato sul PC.

Per le versioni di Windows antecedenti alla 10 è possibile rimuovere gli aggiornamenti incriminati utilizzando i seguenti comandi:

wusa /uninstall /kb:3068708 /quiet /norestart
wusa /uninstall /kb:3022345 /quiet /norestart
wusa /uninstall /kb:3075249 /quiet /norestart
wusa /uninstall /kb:3080149 /quiet /norestart

Altrimenti possiamo procedere in uno dei seguenti modi.

Stoppare e disabilitare il servizio Diagnostics Tracking Service 
  • Accedere ai servizi del sistema operativo (WIN+R e digitare services.msc seguito da invio);
  • Cliccare 2 volte, con il tasto sinistro del mouse, sul servizio Diagnostics Tracking Service;
  • Nella nuova finestra di dialogo, impostare Tipo di avvio su Disabilitato e cliccare sul pulsante Interrompi per stoppare il servizio;
  • Cliccare su Applica per rendere effettive le modifiche.



Servizio Diagnostics Tracking Service
FIG 1 - Servizio Diagnostics Tracking Service


Stoppare e disabilitare il servizio Diagnostics Tracking Service tramite Powershell
  • Avviare Powershell (WIN+R e digitare powershell seguito da invio)
  • Eseguire i comandi
    stop-service diagtrack

    set-service diagtrack -startuptype disabled

    per stoppare e disattivare il servizio 
    Diagnostics Tracking Service

Disabilitare il servizio Diagnostics Tracking Service tramite registro di sistema
  • Avviare l'editor del registro di sistema (WIN+R e digitare regedit seguito da invio)
  • Posizionarsi su
    HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\services\DiagTrack
  • Assegnare a Start il valore 4 per disabilitare il servizio. Al successivo avvio del sistema il servizio Diagnostics Tracking Service non verrà avviato.
    Al seguente link è possibile scaricare i file .reg per abilitare/disabilitre il servizio: Download

Disabilitare la telemetria tramite GPO (solo per Windows 10)
  • Avviare l'Editor criteri di gruppo locali (WIN+R e digitare gpedit.msc seguito da invio)
  • Posizionarsi su Configurazione computer>Modelli amministrativi>Componenti di Windows>Raccolta dati e versioni di anteprima (Computer Configuration>Administrative Templates>Windows Components>Data Collection and Preview Builds)
  • Disattivare l'impostazione Consenti telemetria

Editor Criteri di gruppo locali: Telemetria
FIG 2 - Editor Criteri di gruppo locali: Telemetria

venerdì 4 settembre 2015

Android: APK da Google Play

Google Play, conosciuto anche come Google Play Store, è il negozio virtuale online di Google contenente App, Musica, Film, Libri, Riviste ecc.
Collegandoci al Google Play possiamo installare App e giochi sui nostri dispositivi ma non è possibile scaricare i file .apk per poter effettuare l'installazione manualmente (magari in un secondo momento o semplicemente nel caso il nostro dispositivo non sia connesso ad Internet).
A questa mancanza possiamo rimediare tramite il servizio Evozi APK Donwloader (http://apps.evozi.com/apk-downloader/)
Tutto quello che dobbiamo fare è:

  • Utilizzando il proprio browser sul PC, connettersi a Google Play;
  • Ricercare l'App che si desidera e accedere alla relativa pagina;
  • Copiare il contenuto della barra indirizzi del browser e incollarlo nella relativa casella presente su  http://apps.evozi.com/apk-downloader/ quindi cliccare sul pulsante Generate Download Link;
  • Dopo qualche secondo appare il pulsante Click here to download <App>. Cliccando sul pulsante si avvierà il download del file APK

Ovviamente non è possibile scaricare APK di applicazioni a pagamento.


APK Downloader
FIG 1 - APK Downloader

Servizi analoghi:
apk-dl.com
www.apkpure.com

giovedì 3 settembre 2015

MS Word Quick Tip: Convertire il testo da maiuscolo a minuscolo e viceversa tramite tastiera

Nell'articolo MS Word Quick Tip: Convertire il testo da maiuscolo a minuscolo e viceversa  ho descritto come trasformare il testo selezionato da maiuscolo a minuscolo utilizzando i menu di MS Word

É possibile ottenere lo stesso risultato tramite tastiera: una volta selezionato il testo da modificare, tenere premuto il tasto SHIFT (MAIUSCOLO) e premere ripetutamente il tasto F3. Ad ogni pressione del tasto F3 il testo diventerà alternativamente tutto maiuscolo, tutto minuscolo o solo con le iniziali maiuscole.

mercoledì 2 settembre 2015

MS Word Quick Tip: Modifica impostazioni interlinea tramite tastiera

Per modificare le impostazioni dell'interlinea all'interno di un documento MS Word senza servirsi degli appositi pulsanti/menu basta selezionare il paragrafo di nostro interesse e premere una delle combinazioni CTRL+1, CTRL+2, CTRL+5 per settare l'interlinea rispettivamente a 1 a 2 o a 1,5

MS Word - Interlinea
FIG 1 - MS Word - Interlinea

martedì 1 settembre 2015

Windows Quick Tip: Conoscere il proprio IP Pubblico tramite prompt dei comandi

Ci sono diversi modi per conoscere il proprio indirizzo IP Pubblico (esterno) ad es. connettendosi ad uno dei numerosi servizi online, come www.whatismyip.com o mxtoolbox.com/WhatIsMyIP/ tramite il proprio browser. 

Per conoscere il proprio indirizzo IP Pubblico utilizzando il prompt dei comandi possiamo affidarci al comando nslookup e al servizio offerto da OpenDNS che consente, tramite una richiesta effettuata al server DNS resolver1.opendns.com, di conoscere l'indirizzo IP esterno. Il comando completo è il seguente:
nslookup myip.opendns.com resolver1.opendns.com 


NSLookup e indirizzo IP Pubblico
FIG 1 - NSLookup e indirizzo IP Pubblico

lunedì 31 agosto 2015

Windows Quick Tip: Attivare Hyper-V

Hyper-V è il software di virtualizzazione di Microsoft. Precedentemente integrato solo in Windows Server viene ora fornito anche nelle versioni client del Sistema Operativo a partire dalle versioni Pro ed Enterprise di Windows 8 a 64bit. Hyper-V non è attivo di default, per attivarlo è possibile procedere nel seguente modo:

  • Accedere al Pannnello di Controllo->Programmi->Attiva o disattiva funzionalità di Windows, oppure premere la combinazione di tasti WIN+R quindi digitare ed eseguire optionalfeatures
  • All'interno dell'elenco individuare la voce Hyper-V e selezionarla aggiungendo un segno di spunta nell'apposita casella. Confermare cliccando sul pulsante OK e attendere che Windows installi i file necessari.

Attivazione o disattivazione delle funzionalità di Windows
FIG 1 - Attivazione o disattivazione delle funzionalità di Windows

Una volta attivato, Hyper-V sarà disponibile nell'elenco delle appplicazioni. Avviando la console di gestione di Hyper-V è possibile creare nuove macchine virtuali, avviare VM già esistenti oppure collegarsi ad un server. Come impostazioni di default le macchine virtuali che erano attive allo spegnimento del computer verranno avviate automaticamente al successivo avvio della macchina fisica. Per modificare tale opzione è necessario intervenire singolarmente su ciascuna macchina virtuale: 
  • Cliccare, con il tasto destro del mouse, sulla macchina virtuale che si intende modificare e, dal menu contestuale, selezionare Impostazioni.
  • Nell'elenco presente sulla sinistra della finestre individuare l'elemento Azione di avvio automatico e modificarlo
Console di gestione di Hyper-V
FIG 2 - Console di gestione di Hyper-V

venerdì 28 agosto 2015

Raccolta aggiornamenti di sicurezza rilasciati da Microsoft al Patch Tuesday

Al secondo martedì di ogni mese, Microsoft pubblica i suoi aggiornamenti per la sicurezza. Tale giorno è conosciuto tra gli addetti ai lavori con il nome Patch Tuesday.
Chi lavora nel campo IT sa bene che Microsoft rilascia mensilmente gli update pubblicati al Patch Tuesday come ISO scaricabili in modo da agevolarne il download e la distribuzione anche in quegli ambienti dove non viene utilizzato un sistema automatico di distribuzione aggiornamenti come Microsoft Windows Server Update Services (WSUS).
Microsoft, inoltre, mette a disposizione tutti gli aggiornamenti di sicurezza rilasciati tramite Patch Tuesday dal 2006 ad oggi nel seguente articolo della Knowledge Base: https://support.microsoft.com/en-us/kb/913086

Per chi si occupa di aggiornamenti e sicurezza è consigliabile anche consultare la pagina Security TechNet https://technet.microsoft.com/en-us/security/default.aspx

Security TechCenter
FIG 1 - Security TechCenter

Windows 10: Avviare le App tramite comandi shell

In Windows 10 possiamo avviare specifiche App tramite l'utilizzo di comandi shell. 

Cliccare, con il tasto destro del mouse, sull'icona Start e seleziona Esegui dal menu contestuale


Windows 10: Esegui
FIG 1 - Windows 10: Esegui
Nella finestra di dialogo Esegui, digitare ed eseguire uno dei seguenti comandi shell a seconda dell'App che si intende avviare:

ms-actioncenter:
Avvia il Centro Notifiche (Action Center)

ms-clock:
Avvia Sveglie e orologio (Clock)

ms-contact-support:
Avvia Contatta il supporto (Contact Support)

ms-cortana:
Avvia Cortana

microsoft-edge:
Avvia il browser Edge

Read:
Avvia il browser Edge in modalità lettura

mailto:
Avvia Posta (Mail)

maps:
Avvia Mappe (Maps)

ms-drive-to:
Avvia Mappe permettendo di inserire luogo di partenza e destinazione in modo da calcolare il percorso in auto

ms-walk-to:
Come ms-drive-to: ma utilizzato per calcolare il percorso come pedone

ms-cxh:
Account Microsoft (Microsoft Account Profile)

onenote:
Avvia OneNote

ms-wpc:
Restrizioni Famiglia(Parental controls)

ms-people:
Avvia Contatti (People)

ms-phone-companion:
Avvia Connessione guidata telefono (Phone Companion)

windows-feedback:
Avvia Windows Feedback

xbox-tcui:
Avvia Xbox



Windows 10: Esegui
FIG 2 - Windows 10: Finestra di dialogo Esegui

Tabella riepilogativa:
App Comando
Centro Notifiche (Action Center) ms-actioncenter:
Sveglie e orologio (Clock) ms-clock:
Contatta il supporto (Contact Support) ms-contact-support:
Cortana ms-cortana:
Edge microsoft-edge:
Edge in modalità lettura Read:
Posta (Mail) mailto:
Mappe maps:
Mappe calcola percorso auto ms-drive-to:
Mappe calcola percorso pedone ms-walk-to:
Account Microsoft (Microsoft Account Profile) ms-cxh:
OneNote onenote:
Restrizioni Famiglia(Parental controls) ms-wpc:
Contatti (People) ms-people:
Connessione guidata telefono (Phone Companion) ms-phone-companion:
Windows Feedback windows-feedback:
Xbox Game UI xbox-tcui:

giovedì 27 agosto 2015

Windows 10: Far aprire un determinato sito a Microsoft Edge utilizzando comandi shell

Una delle novità più attese di Windows 10 è stata senz'altro il nuovo browser Microsoft Edge che andrà a sostituire Internet Explorer (quest'ultimo ancora presente all'interno del sistema operativo per motivi di compatibilità con vecchie applicazioni). Edge presenta diverse innovazioni come un nuovo motore di rendering che lo rende più veloce nella navigazione di pagine web, l'integrazione con Cortana e il supporto alle estensioni di terze parti così come già fanno Chrome e Firefox.

É possibile aprire un sito web o una specifica pagina tramite Edge utilizzando comandi shell. I comandi da utilizzare per Edge sono Microsoft-edge e Read

Microsoft-edge:
Il comando shell Microsoft-edge: può essere utilizzato per aprire una specifica pagina o sito web. Cliccare con il tasto destro del mouse sull'icona Start e selezionare dal menu contestuale la voce Esegui (oppure premere la combinazione di tasti WIN+R
Windows 10: Esegui
FIG 1 - Windows 10: Esegui

quindi, nella finestra di dialogo Esegui, digitare ed eseguire il comando 
microsoft-edge:<nome del sito o pagina web da visualizzare>
ad es.
microsoft-edge:giovannilubrano.blogspot.com
Windows 10: Microsoft-edge
FIG 2 - Windows 10: Microsoft-edge
La pagina indicata verrà visualizzata all'interno della finestra del browser Edge.

Read:
Il comando shell Read: funziona in maniera analoga con la differenza che la pagina richiesta viene visualizzata in modalità lettura. Tale modalità permette di visualizzare la pagina in un formato più simile ad un libro, eliminando tutta la grafica superflua e la pubblicità.
Cliccare con il tasto destro del mouse sull'icona Start e selezionare dal menu contestuale la voce Esegui (oppure premere la combinazione di tasti WIN+R).
Nella finestra di dialogo Esegui, digitare ed eseguire il comando  
Read:<pagina web da visualizzare>
as es.
Read:http://giovannilubrano.blogspot.it/2015/08/windows-10-disinstallare-le-app-fornite.html

La pagina indicata verrà aperta all'interno del browser Edge in modalità lettura.

mercoledì 26 agosto 2015

Windows 10: Windows Update Log

Nelle precedenti versioni del sistema operativo Microsoft, Windows Update generava il file WindowsUpdate.log contenente il log delle operazioni di aggiornamento di Windows. Il file di log generato poteva essere aperto e consultato tramite un semplice editor di testo, come ad es. il blocco note. 
A partire da Windows 10, tale file non viene più generato. In Windows 10 l'Agent di Windows Update utilizza Event Tracing for Windows (ETW) per generare i log. L'Agent genera file .etl che non sono immediatamente consultabili come il file .log delle precedenti versioni di Windows.

Per poter consultare il file di log è necessario utilizzare il nuovo cmdlet PowerShell Get-WindowsUpdateLog, introdotto da Microsoft in Windows 10 proprio a tale scopo.

Per maggiore dettagli sul cmdlet e sulla sua sintassi è possibile consultare la pagina https://technet.microsoft.com/en-us/library/mt238376.aspx.

Avviare PowerShell come amministratore: Dal menu Start ricercare PowerShell, quindi cliccare sul collegamento con il tasto destro del mouse e selezionare Esegui come amministratore e accettare  al messaggio del UAC (Controllo dell'account utente). 
Windows 10: Avviare PowerShell come amministratore
FIG 1 - Windows 10: Avviare PowerShell come amministratore


Lanciare il comando Get-WindowsUpdateLog e attendere il completamento dell'operazione.
Windows 10: Get-WindowsUpdateLog
FIG 2 - Windows 10: Get-WindowsUpdateLog
Anche quando viene visualizzato il messaggio Esecuzione comando riuscita è necessario attendere ancora finché non viene generato il file WindowsUpdate.log 


Windows 10: Generazione file WindowsUpdate.log
FIG 3 - Windows 10: Generazione file WindowsUpdate.log
Al termine dell'operazione possiamo consultare il file WindowsUpdate.log generato con un qualsiasi editor di testo.